Pizze vegetariane, le ricette consigliate da Guido Delle Piane

La pizza è il simbolo per eccellenza dell’italianità. Tutti conoscono ed amano la pizza e, anche i turisti che giungono in Italia, non tornano a casa senza averla provata. Si tratta, ci ricorda un interessante approfondimento del blogger Guido Delle Piane, di un piatto in grado di mettere d’accordo i gusti e le preferenze di tutti, anche di coloro che seguono altri regimi e stili alimentari. Certo la pizza migliore si gusta a Napoli, ma anche Milano è piena di ottime pizzerie, mentre sempre più spesso, soprattutto negli ultimi tempi, c’è chi decide di preparare la propria pizza a casa. Infatti, grazie all’uso di farine anche di tipo non 00 (ad esempio kamut, integrale, grano saraceno), la pizza può essere consumata tranquillamente anche da coloro che soffrono di intolleranze e allergie e dalle persone che prediligono un regime alimentare vegetariano. Infatti, la pizza vegetariana, spiega Guido Delle Piane, esperto in cucina vegetariana e vegana, rappresenta il giusto compromesso per chi ama il gusto della pizza, ma non vuole rinunciare alla propria dieta, dovendo seguire indicazioni precise per poter rimanere in forma. Per poter preparare l’impasto di una pizza vegetariana ricca di buone verdure sarà necessario, per prima cosa, sciogliere il lievito in una ciotola con l’acqua a temperatura ambiente, dunque né troppo calda, né troppo fredda. Poi, in un’altra ciotola bisognerà versare la farina, aggiungendo poi pian piano l’acqua e iniziando ad impastare con le mani, versando insieme anche il sale. La lavorazione dovrà proseguire fin quando non si otterrà un impasto uniforme. Con l’aggiunta dell’olio, poi, si potrà spostare l’impasto su un piano liscio, così da poter lavorare il composto in modo più semplice e facile. La lavorazione dovrà procedere in modo energico, perché tutti gli ingredienti si mescolino bene. Quando il composto sarà uniforme e non si attaccherà più alle mani, dovrà essere riposto in una ciotola per farlo riposare, dandogli prima la forma di un panetto. Trascorsi circa 10 minuti, si potrà recuperare l’impasto e, dopo avergli dato una forma sferica, si dovrà coprire con un panno umido e per lasciarlo lievitare per circa 4 ore. Dopo questa seconda fase di riposo, l’impasto avrà raddoppiato il suo volume e sarà quindi pronto per essere steso. Al termine del periodo di lievitazione, si potrà procedere stendendo l’impasto con un matterello e dando al panetto la forma della teglia. Dopo aver unto quest’ultima con un po’ di olio, vi si potrà posizionare la pasta. A questo punto, sarà necessario studiare il tipo di condimento con cui accompagnare la pizza vegetariana. E, qui, spazio alla fantasia e alle preferenze personali! 

Un primo suggerimento di Guido Delle Piane, per creare una pizza vegetariana, ma ricca di gusto e bontà potrebbe essere la pizza crudaiola. Per il condimento si potranno usare le carote baby, le zucchine, le olive, i pomodori, la mozzarella, sale, il pepe, il timo e l’olio evo. Dopo aver preparato l’impasto, sarà necessario lavare le zucchine, tagliarle sottilmente e, in una ciotola, insaporirle con sale, pepe, un filo d’olio e un po’ di timo. Ripetere lo stesso procedimento con le carote, ma tagliandole a metà e con i pomodori. 

Dopo aver condito il tutto, si dovrà tagliare la mozzarella per essere disposta direttamente sulla pizza stesa. A questo punto, la pizza con la sola mozzarella va messa in forno a 200° per 20 minuti circa. Al termine di questo tempo, sarà necessario sfornare la pizza, aggiungere tutte le verdure preparate, un filo d’olio e poi si potrà portare in tavola! Dopo una versione di pizza vegetariana da condimento completamente a crudo, si potrà optare anche per un’altra ricetta, sempre gustosa, ma leggera e un po’ particolare: la pizza bianca con zucchine e zafferano. L’ingrediente principale è costituito proprio dalle zucchine, che devono essere tagliate a fette e grigliate, per poi essere mescolate con la mozzarella tagliata a cubetti e con la panna. Al composto va aggiunto lo zafferano, che conferirà un aroma particolare alla pizza ed il parmigiano grattugiato; tutto il condimento va messo sull’impasto, da infornare a 220° per 20 minuti circa, prima di essere portata a tavola. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *